Sugar Cane

Black Tot Day

single-image

Nel 1665, a seguito della conquista di Port Royal in Giamaica, l’ammiraglio William Penn volle celebrare l’evento con l’equipaggio brindando con del rum di produzione locale. Da allora la distribuzione della razione giornaliera di rum (mezza pinta) a bordo delle navi della Marina Reale britannica, divenne una tradizione consolidata.

La vita di bordo non era assolutamente facile per l’equipaggio: lunghi periodi passati in navigazione, condizioni di alloggiamento precarie e la mancanza di una dieta equilibrata, portavano spesso i marinai ad ammalarsi soprattutto di scorbuto. La dieta a bordo era molto povera: si mangiavano alimenti conservati sotto sale, manzo, pesce e maiale erano la norma, e soprattutto niente verdure, fonte di vitamina c. Il momento di distribuzione della dose giornaliera di rum, denominata Tot, era quindi un momento di aggregazione dell’equipaggio dove spesso, come segno di amicizia o fedeltà, si cedeva parte della propria razione ai colleghi. La persona incaricata della distribuzione era il Commissario di Bordo, il Purser, termine che in gergo marinaresco venne cambiato in Pusser. Sembra che però non tutti i Pussers erano onesti: in alcuni casi annacquavano il rum in modo da tenere per sé una razione maggiore e da qui potrebbe essere nato il termine proof, prova in inglese. Quindi i marinai miscelavano una piccola quantità di rum con della polvere da sparo e facevano ‘la prova’ incendiandolo: se prendeva fuoco era di grado alto, altrimenti voleva dire che era stata aggiunta dell’acqua.

            

La tradizione del Tot giornaliero cambiò nel tempo a seguito di episodi che causavano seri problemi alla sicurezza di bordo. Molti marinai non consumavano la razione giornaliera mettendola da parte per alcuni giorni per poi prendersi delle colossali sbornie, spesso in compagnia, e questo portò l’Ammiragliato ad aggiungere dell’acqua e a dividere in due razioni giornaliere il Tot. In seguito, su suggerimento dei medici di bordo, venne aggiunto dello zucchero e del succo di lime che aiutava a combattere lo scorbuto. La bevanda prese il nome di Grog, soprannome che i marinai avevano dato all’Ammiraglio Edward Vernon il quale era solito indossare un cappotto di grogham (a grossa grana), quando era in coperta.

Tuttavia, nel 1970 l’Ammiragliato decise che non c’era più posto per una così vecchia tradizione nella Marina Reale moderna: il 31 luglio 1970 su tutte le navi della flotta venne dispensato l’ultimo Tot di rum. Il rito della bevuta giornaliera che avveniva pronunciando <<Up spirit!>> terminò con gli equipaggi che semplicemente diedero addio a questa lunga usanza pronunciando <<The Queen!>>.

Sembra che moltissimi marinai non seppero reggere a questa perdita e addirittura si congedarono.

Il giorno è ricordato come Black Tot Day.

Up spirit!

You may also like